Seva for Africa

 

Seva realizza senza fini di lucro impianti fotovoltaici in alcune missioni gestite da religiosi e laici. Riuscire a sviluppare piccoli impianti distribuiti sul territorio è infatti fondamentale per la sopravvivenza di intere comunità locali.

In Africa operano diverse organizzazioni umanitarie che hanno un grande bisogno di aiuti. Tuttavia, la semplice fornitura di fondi è sottoposta a rischi di dispersione legati a taglieggi, instabilità geopolitica, corruzione o inadeguatezza della gestione. Per superare le emergenze, Seva prevede di dotare le singole missioni di impianti per la produzione fotovoltaica e renderle così meno dipendenti dal consumo d’idrocarburi. Se lo vorrete, potete sostenerci fornendo know how, tecnologie, professionalità, competenze.

Impianto Madagascar  06-thimages/Africa/limpianto%20installato%20di%20Nhacra_resize.JPGMadagascar pausa lavoro 

Chiunque fosse interessato a ricevere maggiori informazioni sul progetto “Seva for Africa” può inviare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


INQUADRAMENTO PROGETTI ITA

I progetti realizzati (tra parentesi il numero di impianti installati) 
Etiopia  Burundi
RCA  Togo
Tanzania (3)  Benin (2)
 RDC (5)  Guinea
Magadascar

 

 

 

Il fotovoltaico: il perché di una scelta.

Breve quadro generale
In molti paesi africani le condizioni di vita sono al limite di sussistenza e si accompagnano a gravi problemi di ordine economico, politico, sociale. Spesso il reddito medio pro capite è meno di un dollaro il giorno. Mancano cibo, acqua potabile, un razionale sistema idrico-sanitario e occorre assicurare la produzione di energia. Infatti, più di un terzo della popolazione non ha accesso all’elettricità. Una soluzione a portata di mano è costituita dalla produzione di energia elettrica da impianti fotovoltaici stand alone distribuiti sul territorio.

Vantaggi del fotovoltaico stand alone
Oltre a sfruttare la forte irradiazione solare, il fotovoltaico a isola risponde concretamente alle esigenze di una popolazione insediata in minuscole e sperdute comunità legate a un’economia agricola di sussistenza. I piccoli impianti fotovoltaici modulari possono essere adattati alle mutevoli dimensioni delle missioni, che accolgono costantemente nuovi rifugiati. Il fotovoltaico consente inoltre di alimentare il pompaggio per l’estrazione dell'acqua e di gestire in maniera ecologica ed efficace il sistema idrico. Una buona e attenta gestione delle risorse idriche migliora di fatto le infrastrutture per l’irrigazione e incrementa la produzione agricola.