Pontoglio

E' partito a dicembre 2015 il cantiere dell’impianto idroelettrico di Pontoglio.

A marzo 2017, cominciava a produrre energia idroelettrica, come un tempo, prima degli anni '70.

Prima dell'alluvione che distrusse la centralina idroelettrica che alimentava in isola la Società Manifattura di Pontoglio per azionare i telai dell’opificio. 

Da allora le opere idrauliche si sono sempre più degradate fino a diventare dei ruderi: quella che un tempo era una centralina idroelettrica era diventata solo rovina.

A dicembre 2015 SEVA ha cominciato a demolire smaltire le rovine esistenti, per poi poter relizzare da zero l'impianto autorizzato.

Oggi l'impianto idroelettrico di Pontoglio è costituito da uno sbarramento sul fiume Oglio, lungo circa 150 m, un'opera di presa in sinistra idrografica che convoglia le acque in una canale di derivazione, lungo circa 800 metri e largo circa 10 metri.

L’edificio di produzione ospita un gruppo generazione costituito da una turbina tipo Kaplan ad asse verticale, accoppiata ad un generatore sincrono, un importante intervento di riqualificazione ambientale, come sottolineato dall'articolo sul portale per l'edilizia e l'architettura Infobuild.

Il progetto è stato apprezzato anche dal portale dell'architettura divisare, nell'articolo "Un progetto, tre paesaggi", che ha sottolineato la cura e l'attenzione verso gli aspetti paesaggistici. 

Il progetto prevede la realizzazione (in corso) di un interessante polo didattico dimostrativo sui principi di produzione dell’energia idroelettrica.

 

Guarda il video

 A dicembre 2017, la società VIANOVA PROGETTI srl ha realizzato un impianto idroelettrico puntuale, in destra iodrografica della traversa.  Ai fini della visualizzazione delle portate derivate clicca qui.

02 opera di presa postTraversa sul fiume Oglio
DSC 1403 DxOEdificio della centrale idroelettrica di Pontoglio