New Deal energetico: L’African Development Bank punta a muovere tra i 40 e i 70 miliardi di dollari all’anno per rendere possibile, entro il 2025, l’accesso universale all’energia.

Courmayeur, 23 novembre 2017. Mobilitazione di capitali per una cifra che oscilla tra i 40 e i 70 miliardi di dollari all’anno per rendere possibile l’accesso universale all’energia in Africa entro il 2025: è questo il traguardo dell’ African Development Bank

Seva for Africa: installato l’impianto fotovoltaico Stand-alone da 6 kW nel Campus Madrugada in Guinea Bissau.Ora i tecnici sono in Ghana dove nei prossimi giorni installeranno due impianti da 6 kW nelle missioni cappuccine di Kpassa e Kongo.

Courmayeur, 21 novembre 2017. Siete un mito… anche per la generosità…i tecnici hanno ripristinato perfino il vecchio impianto fotovoltaico”. Asciutto ma chiarissimo il messaggio inviato a Seva dal dottor Giorgio Parise, medico e coordinatore dell' Associazione per la Collaborazione allo Sviluppo di Base della Guinea Bissau di Verona, beneficiaria dell’impianto fotovoltaico Stanbd - alone da 6 kW donato del Programma umanitario Seva for Africa.  

Il New Deal energetico per l’Africa è possibile? Una soluzione entro il 2025: speranze e inquietudini. (APPROFONDIMENTO n. 1)

Courmayeur, 14 novembre 2017. Un New Deal energetico per l’Africa entro il 2025 è uno degli obiettivi portati avanti dalla African Development Bank che - per raggiungere l’accesso universale all’energia nel continente entro quella data - sta lavorando insieme a molti governi africani, il settore privato e tramite iniziative bilaterali e multilaterali. In via di sviluppo una piattaforma pubblico-privata (Transformative Partnership on Energy for Africa) volta a realizzare innovative forme di finanziamento destinate al settore energetico. 

Completato il percorso, Seva diventa a tutti gli effetti una Società Benefit.

Courmayeur, 6 novembre 2017. Nel 2017 SEVA ha intrapreso un percorso per trasformare la propria forma giuridica da quella societaria for profit a 'Società Benefit', variazione avvenuta ad ottobre 2017, integrando nel proprio oggetto sociale, oltre agli obiettivi di profitto, la finalità di impatto positivo sulla società

Anche Seva for Africa al meeting annuale di Cuamm, Medici con l’Africa, che quest’anno avrà luogo sabato 11 novembre ad Assago, alle porte di Milano

Courmayeur, 6 novembre 2017. "Ti aspetto! La tua presenza è tanto importante…Fa ogni sforzo per poterci essere. Il tuo esserci può fare davvero la differenza. Insieme a te, vogliamo raccontare a tutti quanto ci sta a cuore l’Africa e la sua gente, quanto vogliamo un mondo più giusto specie per i più poveri, mamme e bambini in primis!” E’ accorato l’appello di Don Dante Carraro, direttore della Ong-Onlus Dante Carraro. Un appello rivolto a tutti coloro che apprezzano e hanno a cuore il lavoro svolto da questa eccellenza italiana attiva in campo umanitario. Il meeting annuale si svolgerà sabato 11 novembre (apertura alle 9.30 a.m.) al Teatro della Luna di Assago. Ad accogliere gli invitati l’Arcivescovo di Milano Mario Delpini e i rappresentanti delle Istituzioni locali. Saranno presenti, fra gli altri, il Presidente dei Vescovi italiani Card. Bassetti, il Presidente della Banca Centrale Europea Mario Draghi, il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni e il Presidente della Fondazione Cariplo e dell’Acri Giuseppe Guzzetti. Tra i partner nazionali e internazionali che sostengono le attività di Cuamm anche Seva (con il programma Seva for Africa), UBS, Symphasis, la Fondazione Mediolanum, la Fondazione Rachelina Ambrosini, la Fondazione Rita Levi Montalcini, l’Associazione Madre Teresa di Calcutta, la Fondazione Total, Sella Farmaceutici, Morellato.